//
reading...
Elfo, Elfo Puccini Freddo, Emilia Romagna Teatro Fondazione, Expo, Freddo Lars Norén, Lars Norén, Lars Norén Elfo Puccini, Marco Plini, Milano arte, Milano spettacoli, Milano Teatri, spettacoli Milano, Teatri Milano, Teatro, Teatro Elfo Puccini

Freddo – di Lars Norén: dramma antirazzista di uno dei più grandi drammaturghi contemporanei – Teatro Elfo Puccini di Milano dal 22 novembre al 4 dicembre

Teatro Elfo Puccini di Milano (clicca: MAPPA) sala Fassbinder dal  22 novembre al  4 dicembre: Freddo, di Lars Norén, traduzione di Annuska Palme Sanavio, regia Marco Plini. COMUNICATO STAMPA > Nel segno di una pregnante attualità, Freddo fotografa il proliferare di comportamenti razzisti e xenofobi tra i giovani (e non solo) delle classi sociali più deboli. È ambientato nel contesto socio-culturale dei paesi scandinavi, che l’autore conosce in prima persona, ma denuncia fenomeni di intolleranza e derive ideologiche che stanno drammaticamente diventando universali. Drammaturgo e intellettuale svedese tra i più autorevoli, conosciuto e rappresentato in tutto il mondo, Lars Norén (Stoccolma 1944) ha scritto questo testo singolare e militante  (diverso da suoi famosi quartetti di coppie borghesi)  dopo un’esperienza di lavoro in alcune case di reclusione.

 

Freddo
di Lars Norén
traduzione di Annuska Palme Sanavio
regia Marco Plini
con Angelo Di Genio, Michele Di Giacomo, Alessandro Lussiana, Federico Manfredi
scene e costumi Claudia Calvaresi
luci Robert John Resteghini
suono Franco Visioli
Produzione Emilia Romagna Teatro Fondazione

La storia narra di tre ragazzi adolescenti che si ritrovano a festeggiare la chiusura dell’anno scolastico in un bosco, in compagnia di qualche birra dando sfogo all’intonazione di cori nazisti. Connotati da teste rasate e grotteschi simboli nazisti tatuati sul corpo, potrebbero sembrare  solo tre giovani inquieti il cui unico fine è perdere tempo. I discorsi dei ragazzi riflettono la situazione della Svezia di fine millennio, spaventata dall’arrivo degli immigrati che sono vissuti come possibili “inquinatori” del puro sangue svedese. Ben presto si capisce che i tre amici non sono lì senza un motivo: stanno infatti aspettando Kalle, loro compagno di scuola di origine coreana che è stato adottato da una benestante famiglia svedese.

Marco Plini nasce a Terni nel 1970. Dal 1995 lavora, come assistente di Massimo Castri. Debutta come regista nel 2002 con lo spettacolo Risveglio di primavera di Wedekind, cui seguono Purificati di Sarah Kane per la Biennale di Venezia 2004, Il lutto si addice ad Elettra di O’Neill realizzato con il III anno della scuola Paolo Grassi e rappresentato al festival del teatro Romano di Trieste; segue Turisti e Soldatini di Soynka per il Progetto Mandela nell’ambito del progetto Intercity, e Benvenuti in California di Francesca Angeli, prodotto dal Centro Teatrale Bresciano in collaborazione col Festival ES-TERNI. Dal 2005 alterna l’attività di regista con quella di insegnante per la Scuola Civica Paolo Grassi e per i Corsi di Alta Formazione Teatrale di Emilia Romagna Teatro Fondazione.

Attaccati l’uno all’altro come scimmie di una stessa famiglia, come bambini in una ludoteca, si muovono con agitazione spasmodica, dentro una scatola bianca e ossessiva che è la scena, gli interpreti del massiccio Freddo del drammaturgo svedese Lars Norén diretto da Marco Plini. Bravissimi tutti gli attori, tesi e coesi fino all’ultimo, come esige questo testo non facile, che allerta, mette in guardia e ribadisce, se ce ne fosse bisogno, il pericolo che si ripara dietro certe ideologie. L’ennesimo, grandissimo, testo di Norén (già più volte messo in scena in Italia), che racconta di guasti mostruosi proprio in quella che oggi si considera tra le più riuscite delle società europee.     Filippo Ferraresi,  klpteatro.it

Scritto nel 2003 da Lars Norén, uno dei drammaturghi contemporanei più prestigiosi, grande interprete di una tradizione, quella svedese, che ha lasciato un segno indelebile, da Strindberg a Bergman, per la capacità di scandagliare all’interno delle complesse dinamiche relazionali, soprattutto familiari, Freddo è un testo crudo che può risultare come un pugno allo stomaco, ma è di un realismo così convincente da non permettere di essere ignorato.    Andrea Marcheselli, Gazzetta di Modena, 8 marzo 2011

Tatuaggi, teste rasate, jeans, felpe da branco, birra a fiumi, rabbia, oscenità, urla, gestacci, slogan, sevizie, razzismo turpe. Non si fanno mancare nulla, i tre adolescenti che sembrano usciti da una discarica e non da una scuola in Freddo del tragico svedese Lars Norén. La regia di Marco Plini per l’Ert li tiene a bada a stento in un giardinetto per l’infanzia dove transita un compagno d’origine coreana sui si sfogano gli istinti bestiali e xenofobi di questi nazionalisti in erba che lasciano sul campo un cadavere. […] Un cazzotto allo stomaco.    Rodolfo Di Giammarco, La Repubblica, 16 aprile 2011

Elfo Puccini, sala Fassbinder – Dal 22 novembre al 4 dicembre – Martedì/sabato 21.00, domenica 16.00 – Intero 30 €, ridotto giovani/anziani 16 €, martedì posto unico 20 € – Durata: 1 h 20′ – Info e prenotazioni: tel. 02.0066.06.06  -  biglietteria@elfo.org  –  www.elfo.org

http://www.elfo.org/stagioni/20112012/freddo.html

About these ads

Informazioni su milanoartexpo

Blogzine fondata dal centro culturale Spazio Tadini di Milano. Per info: milanoartexpo@gmail.com

Discussione

Un pensiero su “Freddo – di Lars Norén: dramma antirazzista di uno dei più grandi drammaturghi contemporanei – Teatro Elfo Puccini di Milano dal 22 novembre al 4 dicembre

  1. Attori bravissimi! la costruzione dei personaggi è sottile e per niente scontata, peccato che lo fosse la trama! banale,lo spettacolo è nel suo complesso noioso..ovvio..poi fuori luogo del tutto il parallelismo tra fascismo e Berlusconi………no comment! ma che diavolo centrava Berlusconi, nemmeno a teatro si viene lascitai in pace dalla propaganda politica.
    Non lo consiglio

    Pubblicato da Michelle | novembre 24, 2011, 9:42 am
Piccolo Teatro Milano
Expo Milano - arancio  Piccolo Teatro Studio Melato, dal 9 al 13 ottobre 2013: Ubu Roi di Alfred Jarry Adattamento e regia Roberto Latini, musiche e suoni Gianluca Misiti, scena Luca Baldini, costumi Marion D’Amburgo, luci Max Mugnai. Con Roberto Latini e con Savino Paparella, Ciro Masella, Sebastian Barbalan, Marco Jackson Vergani,  Lorenzo Berti, Simone Perinelli, Fabio Bellitti. Salvo diversa indicazione, gli orari degli spettacoli al Piccolo sono: martedì e sabato, 19.30; mercoledì, giovedì e venerdì 20.30; domenica 16 > biglietti e prenotazioni
Biennale Teatro 2013
BIENNALE TEATRO 2013: Festival Internazionale del Teatro della Biennale di Venezia – Fino al 11 agosto 2013 tutti a Venezia per gli spettacoli con alcuni dei più interessanti e coinvolgenti nomi della scena teatrale internazionale. Inaugura la Biennale Teatro 2013, venerdì 2 agosto, Ute Lemper ... > LEGGI
Teatro Milano
Ritter, Dene, Voss è in scena al Teatro della Cooperativa fino al 3 marzo 2013 - recensione di Federicapaola Capecchi - La drammaturgia di Thomas Bernhard dipana una tragicommedia ricca, suggestiva e infinita di sottotesti, colma di molteplici risonanze per chi lo recita, per chi ne fa la regia, per chi lo ascolta, induttiva e aperta nel lasciar scegliere quando e come soffermarsi sul lato tragico, tragicomico, surreale, grottesco, disperato... >LEGGI
TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura
TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura dal 10 al 22 gennaio 2013
Sonetti di William Shakespeare
egia Elena Russo Arman musiche di John Dowland con Elena Russo Arman (voce)
Alessandra Novaga (chitarra)
produzione Teatridithalia
Teatro Elfo Puccini >>>
TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura dal 17 gennaio al 12 febbraio 2013 CASSANDRA
con Ida Marinelli
Fondale "stasi del tempo" disegnato da Ferdinando Bruni
produzione Teatridithalia Teatro Elfo Puccini >>>
TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura dal 24 gennaio al 5 febbraio 2013
IL MARE
- due tempi di Paolo Poli da Anna Maria Ortese - regia di Paolo Poli. Scene Emanuele Luzzati.Costumi Santuzza Calì
Coreografie Claudia Lawrence
consulenza
musicale Jacqueline Perrotin
Con Paolo Poli e con Mauro Barbiero, Fabrizio Casagrande, Alberto Gamberini, Giovanni Siniscalco
produzioni Teatrali Paolo Poli
Teatro Elfo Puccini >>>

TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura dal 31 gennaio al 5 febbraio 2013
ANTROPOLAROID
di e con Tindaro Granata produzione Proxima Res Spettacolo vincitore del Premio della Giuria Popolare Borsa Teatrale Anna Pancirolli e del Premio della Critica assegnato dall'Associazione Nazionale Critici di Teatro
Teatro Elfo Puccini >>>

Danza Contemporanea Milano Coreografia d'Arte
DANZA CONTEMPORANEA  MILANO - Festival Coreografia D’Arte.
Dal 2009 vi hanno partecipato coreografi italiani ed esteri per realizzare spettacoli dal vivo su ispirazione di opere di artisti come Lucio Fontana, Emilio Tadini ma anche tanti giovani. Per l’edizione 2012, la III°, sono presenti coreografi italiani, venezuelani, austriaci insieme a 10 artisti di cui uno spagnolo e una cilena...   LEGGI >
TEATRO I di MILANO, Stagione Teatrale 2012/2013
dal 16 al 21 gennaio 2013
LA MERDA
con il premio The Stage 2012 for Acting Excellence Silvia Gallerano
una produzione
producer
acting director Cristian Ceresoli and Marta Ceresoli dedicata ai 150 Anni dell’Unità d’Italia con il supporto di
The Basement (Brighton, Uk) Marta Ceresoli Silvia Gallerano
Teatro I >>>
dal 30 gennaio al 4 febbraio 2013 LA RIVINCITA
di Michele Santeramo
regia Leo Muscato
con (in ordine alfabetico) Michele Cipriani, Vittorio Continelli, Simonetta Damato, Paola Fresa, Riccardo Lanzarone, Michele Sinisi
scene e costumi Federica Parolini
luci Alessandro Verazzi
direttore tecnico Nicola Cambione
assistente alla regia Antonella Papeo
produzione Luca Marengo

Teatro I >>>
dal 20 al 25 febbraio 2013 MAROS / GELO  
da Tre sorelle di Anton Cechov
adattamento e regia di Renata Palminiello
con Camilla Bonacchi, Costantino Buttitta, Carolina Cangini, Giuliano Comin, Elena De Carolis, Lorenzo Delaugier, Lia Locatelli, Sena Lippi, Agnese Manzini, Gabriele Reboni,
Giovanna Sammarro,Gabriele Tesauri, Jacopo Trebbi, Michele Zaccaria.
si ringrazia la Scuola di Teatro di Bologna Alessandra Galante Garrone
Teatro I >>>

Seguici su twitter

Articoli Recenti

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 756 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: