//
reading...
Arte, drammaturgia, Emilio Russo, IL MAESTRO DI VIGEVANO, IL MAESTRO DI VIGEVANO TEATRO MENOTTI, Ippolita Aprile, Lucio Mastronardi, MAE INTERNATIONAL ART EVENTS, Milano arte, Milano eventi, Milano expo, spettacoli, spettacoli Milano, Teatri Milano, Teatro, Teatro Menotti, Tieffe Teatro Menotti

IL MAESTRO DI VIGEVANO – TEATRO MENOTTI di Milano – adattamento teatrale dal romanzo di Lucio Mastronardi: Emilio Russo, regia di Marco Balbi

IL MAESTRO DI VIGEVANO – TEATRO MENOTTI di Milano (click: MAPPA), 11 maggio – 3 giugno 2012. Dal romanzo di Lucio Mastronardi; con Natale Ciravolo, Natascia Curci, Roberta De Stefano, Gianni Quillico, Alarico Salaroli, Mario Scarabelli, Nicola Stravalaci, Marco Zannoni; adattamento teatrale di Emilio Russo; regia di Marco Balbi. Produzione Tieffe Teatro – PRIMA NAZIONALE –  Debutta venerdì 11 maggio IL MAESTRO DI VIGEVANO, ultimo spettacolo e produzione della 42esima stagione di Tieffe Teatro. Tratto dal romanzo di Lucio Mastronardi, che già nel 1963 aveva ispirato il film di Elio Petri con Alberto Sordi, lo spettacolo narra le vicende del maestro Mombelli nella Vigevano del boom economico, tra miserie quotidiane e sogni di ricchezza. >> 

Tutte le vicende e i fatterelli del Maestro sono stati ambientati nella piazza Ducale di Vigevano: salotto, passaggio e centro della vita cittadina. I portici, le strette stradine di accesso, il castello incombente rendono la piazza un luogo claustrofobico e chi abita a Vigevano è “condannato” a passarci molte volte in una giornata per vedere e farsi vedere, ma anche per le normali faccende e commissioni. Il centro della scena è dunque il caffè, dove si incontrano i professori della scuola e dove si svolge la storia d’amore tra Ada e il maestro Mombelli.

Una storia d’amore malata e morbosa, corrotta dalla miseria e dal sogno dei facili guadagni è il vero filo rosso che lega l’intera vicenda. Gli altri personaggi rappresentano l’umanità di quel microcosmo che può descrivere l’Italia di quei tempi: una classe dirigente incapace e corruttibile (Pereghi, Racalmuto e Filippi), la miseria umana dei sottomessi (il maestro Pisquani, ma anche lo stesso Mombelli) e la boria dei nuovi ricchi, pieni di soldi ed incapaci di spenderli (Girini).

Teatro Menotti Milano, maestro di vigevano

.

Sono gli anni del boom economico, di un’italietta che si illudeva di crescere barando sui conti, quelli privati e quelli pubblici, entrambi da nascondere sotto un tappeto di faciloneria e furbizia. Uno sguardo troppo corto, fisso sul proprio ombelico, incapace di pensare alla costruzione di un possibile futuro. La provincia “grassa” si gonfiava a dismisura creando e sfruttando lavoro mal pagato ed esibendo gioielli tra le dita delle signore e macchinoni sotto i sederi dei signori delle “fabbrichette”. Questo era la Vigevano del maestro Mombelli in quell’inizio degli anni sessanta, la scena monotona che gli si presentava ogni mattina, in quel percorso verso la scuola, dove dentro i mille cortili di una città dall’architettura straordinaria nascevano ogni giorno ed impietosamente laboratori di calzature, modificando l’aria, gli odori, i rumori. Irrimediabilmente. In principio per invadere la sua Vigevano e poi Milano, e poi l’Italia e poi il mondo. Il genio italico, o il destino o chissà cosa avevano stabilito che lì e solamente lì dovesse sorgere la capitale delle scarpe. Ma gli incubi di Mombelli continuano anche dentro la scuola, tra le macchiette di un direttore ignorante e borioso, i colleghi interessati solo ai miseri scatti di anzianità di una carriera ancora più misera e gli studenti già convinti dell’inutilità di una scuola che li allontanava dalla unica e necessaria missione dell’umanità: fare scarpe e guadagnare danè.

È un romanzo straordinario Il Maestro di Vigevano di Lucio Mastronardi, un’autobiografia divertente e divertita, amara e tenera, concreta e assurda, come solamente sa essere l’opera di chi guarda più lontano e conosce lo sberleffo e la sofferenza. Pagine rese immortali dal più grande dei nostri attori comici, Alberto Sordi, che, guidato da Elio Petri, ne fece un memorabile ritratto.

EMILIO RUSSO

-  –  –  –  -

Un breve viaggio nello spazio e nel tempo: Vigevano, 1962.
Come guida, un curioso romanzo di uno dei più curiosi autori dell’epoca.
Come mezzo, una sua riduzione autenticamente “teatrale”.
Come meta, un periodo storico che per qualcuno è già leggenda.
Lo era un po’ meno per Mastronardi, grazie a una capacità di analisi critica del proprio tempo che davvero pochi autori potevano (e possono) vantare.
I nostri personaggi metteranno in scena, ai tavolini di un caffè della piazza Ducale, un microcosmo di sommovimenti sociali che finiranno per diventare travolgenti, specchio di un macrocosmo dove si pongono i primi semi di quella contrapposizione tra benessere economico e sviluppo culturale che qualche lustro più tardi diventerà una grave, pessima costante.
Microcosmo perché tutto è piccolo: le pulsioni, le ambizioni, i desideri, le strategie, le rivalse, i tradimenti, i fallimenti, i rimpianti. Microcosmo perché la provincia è piccola per definizione. Microcosmo perché su questi piccoli personaggi esercitiamo, un po’ sadicamente, la nostra curiosità da entomologi nell’analizzare in nuce e in fieri i vagiti di una storia che ci appartiene e che abbiamo conosciuto nel suo successivo sviluppo.
Ma tutto questo riguarderà, spero, la testa dello spettatore.
Noi attori, come di consueto, ci occupiamo di sentimenti, di tenerezze, di emozioni.
Miriamo al cuore.

MARCO BALBI

-

TEATRO MENOTTI
Dall’11 maggio al 3 giugno 2012
IL MAESTRO DI VIGEVANO

dal romanzo di Lucio Mastronardi
con Natale Ciravolo, Natascia Curci, Roberta De Stefano, Gianni Quillico, Alarico Salaroli,
Mario Scarabelli, Nicola Stravalaci, Marco Zannoni
adattamento teatrale di Emilio Russo
scene Elena Martucci
luci Mario Loprevite
costumi Mariella Visalli
video Mario Flandoli per Studio Due Effe
regia di Marco Balbi
produzione Tieffe Teatro

Tieffe Teatro Menotti – Via Ciro Menotti, 11 – Milano
Orari spettacolo: mar, gio, ven, sab ore 21.00 – mer ore 19.30, domenica ore 17
Orari biglietteria: dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 19 – sabato dalle 16 alle 19
Prenotazioni e informazioni: 02 36 59 25 44 – info@tieffeteatro.itwww.tieffeteatro.it
Prezzi: 24 intero – 12 ridotto (over 60, under 25)

UFFICIO STAMPA: Ippolita Aprile 328-4070264 stampa@tieffeteatro.it

About these ads

Informazioni su milanoartexpo

Blogzine fondata dal centro culturale Spazio Tadini di Milano. Per info: milanoartexpo@gmail.com
Piccolo Teatro Milano
Expo Milano - arancio  Piccolo Teatro Studio Melato, dal 9 al 13 ottobre 2013: Ubu Roi di Alfred Jarry Adattamento e regia Roberto Latini, musiche e suoni Gianluca Misiti, scena Luca Baldini, costumi Marion D’Amburgo, luci Max Mugnai. Con Roberto Latini e con Savino Paparella, Ciro Masella, Sebastian Barbalan, Marco Jackson Vergani,  Lorenzo Berti, Simone Perinelli, Fabio Bellitti. Salvo diversa indicazione, gli orari degli spettacoli al Piccolo sono: martedì e sabato, 19.30; mercoledì, giovedì e venerdì 20.30; domenica 16 > biglietti e prenotazioni
Biennale Teatro 2013
BIENNALE TEATRO 2013: Festival Internazionale del Teatro della Biennale di Venezia – Fino al 11 agosto 2013 tutti a Venezia per gli spettacoli con alcuni dei più interessanti e coinvolgenti nomi della scena teatrale internazionale. Inaugura la Biennale Teatro 2013, venerdì 2 agosto, Ute Lemper ... > LEGGI
Teatro Milano
Ritter, Dene, Voss è in scena al Teatro della Cooperativa fino al 3 marzo 2013 - recensione di Federicapaola Capecchi - La drammaturgia di Thomas Bernhard dipana una tragicommedia ricca, suggestiva e infinita di sottotesti, colma di molteplici risonanze per chi lo recita, per chi ne fa la regia, per chi lo ascolta, induttiva e aperta nel lasciar scegliere quando e come soffermarsi sul lato tragico, tragicomico, surreale, grottesco, disperato... >LEGGI
TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura
TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura dal 10 al 22 gennaio 2013
Sonetti di William Shakespeare
egia Elena Russo Arman musiche di John Dowland con Elena Russo Arman (voce)
Alessandra Novaga (chitarra)
produzione Teatridithalia
Teatro Elfo Puccini >>>
TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura dal 17 gennaio al 12 febbraio 2013 CASSANDRA
con Ida Marinelli
Fondale "stasi del tempo" disegnato da Ferdinando Bruni
produzione Teatridithalia Teatro Elfo Puccini >>>
TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura dal 24 gennaio al 5 febbraio 2013
IL MARE
- due tempi di Paolo Poli da Anna Maria Ortese - regia di Paolo Poli. Scene Emanuele Luzzati.Costumi Santuzza Calì
Coreografie Claudia Lawrence
consulenza
musicale Jacqueline Perrotin
Con Paolo Poli e con Mauro Barbiero, Fabrizio Casagrande, Alberto Gamberini, Giovanni Siniscalco
produzioni Teatrali Paolo Poli
Teatro Elfo Puccini >>>

TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura dal 31 gennaio al 5 febbraio 2013
ANTROPOLAROID
di e con Tindaro Granata produzione Proxima Res Spettacolo vincitore del Premio della Giuria Popolare Borsa Teatrale Anna Pancirolli e del Premio della Critica assegnato dall'Associazione Nazionale Critici di Teatro
Teatro Elfo Puccini >>>

Danza Contemporanea Milano Coreografia d'Arte
DANZA CONTEMPORANEA  MILANO - Festival Coreografia D’Arte.
Dal 2009 vi hanno partecipato coreografi italiani ed esteri per realizzare spettacoli dal vivo su ispirazione di opere di artisti come Lucio Fontana, Emilio Tadini ma anche tanti giovani. Per l’edizione 2012, la III°, sono presenti coreografi italiani, venezuelani, austriaci insieme a 10 artisti di cui uno spagnolo e una cilena...   LEGGI >
TEATRO I di MILANO, Stagione Teatrale 2012/2013
dal 16 al 21 gennaio 2013
LA MERDA
con il premio The Stage 2012 for Acting Excellence Silvia Gallerano
una produzione
producer
acting director Cristian Ceresoli and Marta Ceresoli dedicata ai 150 Anni dell’Unità d’Italia con il supporto di
The Basement (Brighton, Uk) Marta Ceresoli Silvia Gallerano
Teatro I >>>
dal 30 gennaio al 4 febbraio 2013 LA RIVINCITA
di Michele Santeramo
regia Leo Muscato
con (in ordine alfabetico) Michele Cipriani, Vittorio Continelli, Simonetta Damato, Paola Fresa, Riccardo Lanzarone, Michele Sinisi
scene e costumi Federica Parolini
luci Alessandro Verazzi
direttore tecnico Nicola Cambione
assistente alla regia Antonella Papeo
produzione Luca Marengo

Teatro I >>>
dal 20 al 25 febbraio 2013 MAROS / GELO  
da Tre sorelle di Anton Cechov
adattamento e regia di Renata Palminiello
con Camilla Bonacchi, Costantino Buttitta, Carolina Cangini, Giuliano Comin, Elena De Carolis, Lorenzo Delaugier, Lia Locatelli, Sena Lippi, Agnese Manzini, Gabriele Reboni,
Giovanna Sammarro,Gabriele Tesauri, Jacopo Trebbi, Michele Zaccaria.
si ringrazia la Scuola di Teatro di Bologna Alessandra Galante Garrone
Teatro I >>>

Seguici su twitter

Articoli Recenti

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 757 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: