//
reading...
drammaturgia, Festival teatrale, Milano eventi, Milano Teatri, Musica, News, Spettacoli a Milano, spettacoli Milano, Teatri Milano, Teatro, Teatro della Cooperativa, Uncategorized

GIORNI RUBATI dal 4 al 9 ottobre 2011 al Teatro della Cooperativa

Ha debuttato ieri sera Giorni Rubati D10, D11 e sarà in scena fino a domenica 9 ottobre. GIORNI RUBATI – D 10, D 11- uno spettacolo creato in collaborazione con: Provincia Ogliastra, INAIL Direzione Regionale della Sardegna, ASL n.4 – Lanusei, Comune di Tortolì, ANMIL Nuoro, Medaglia di Rappresentanza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano

Giorni rubati Sono rubati perché sottratti, una sera di Novembre, da G.M. alla morte. Ma rubati anche perché, quella stessa sera, un cancello di 600 chili li ha sottratti a G.M.

Lo spettacolo ha come punto di partenza l’incidente subito da Giammarco M.

Era uno di quegli autunni caldi, che fanno fatica a lasciare strada all’inverno. Era martedì e già pensavo a quello che avrei fatto la domenica. Quella domenica non è mai arrivata e non arriverà mai più. Ora tu fermati e dimmi: sei felice? No, non tra cinque anni, non tra dieci. Adesso, ora – dimmi: tu sei felice?”

Così comincia la storia di Giammarco Me. Era il novembre 2006 e Giammarco Mer., 37 anni, rimane schiacciato da un cancello di 600 chili che gli spezza la schiena e gli toglie per sempre la possibilità di camminare. Così Giammarco Mere., come troppi altri, deve iniziare la sua lotta personale, deve re imparare tutto, rivedere tutto, riappropriarsi di tutto. Qualcosa o qualcuno ha deciso così, subito, via, in quel momento, in quel martedì. Ma la sua lotta personale vuole che sia una lotta comune, perché si parli di un problema che ha connotati e cifre gravissime e fin troppo scoraggianti.

Giammarco Mereu è in scena, è il protagonista dello spettacolo.

Quanti sono ogni anno i morti sul lavoro? Quanti sono ogni anno gli invalidi sul lavoro? Quale tipo di invalidità permanente subiscono? Quali sono i settori del lavoro più colpiti? C’è un reale problema di sicurezza che riguarda il mondo del lavoro o è solamente questione di “fatalità”? Le statistiche parlano chiaro, solo nel 2008: 874.940 (di cui 143.561 stranieri) sono il numero degli infortuni sul lavoro, le morti bianche 29.704, 1.120 le malattie professionali denunciate. Un altro dato scoraggiante: in Europa, i giovani di età compresa tra i 18 e i 24 anni hanno almeno il 50% di probabilità in più di rimanere vittima di un infortunio sul lavoro rispetto ai lavoratori con più esperienza. Ma più chiaro ancora può parlare chi in quelle statistiche c’è stato spinto a forza da una mano invisibile a cui è difficile dare un nome: sfortuna, destino o profitto?

Giorni rubati affronta queste tematiche e altre, più strettamente legate al privato di un corpo improvvisamente violato e menomato, al privato di come questo corpo offeso muti, spesso radicalmente, tutto ciò che vi è contenuto, mente, sentimento e visione delle cose soprattutto, come modifichi le relazioni con gli altri e con sé stessi. Può cambiare la vita, il modo di vivere gli affetti, le amicizie, l’amore, cambiare il sesso, concretamente cambiare il modo di fare sesso. E bisogna trovare la forza di affrontare tutto questo mutamento quanto la domanda che assilla “Perché, perché a me?”. Nel caso degli infortuni sul lavoro la risposta abita nelle oggettive condizioni di lavoro in cui agiscono migliaia di operai sottoposti al ricatto del lavoro che manca, della crisi, della disoccupazione, dell’emigrazione, degli orari massacranti, delle spese per la sicurezza che spesso incidono anche del 40% sui bilanci dell’impresa…

Giorni rubati parte da una vicenda personale, si interseca alle innumerevoli storie quotidiane italiane e mondiali, per aprirsi a una riflessione generale, ampia e profonda, che aiuti a vedere le cose, comprenderne il senso e l’insensatezza, e modificarle.

Giorni rubati vive delle parole di Giammarco Mereu, che ha avuto la necessità di incidere su un foglio nel suo percorso, intenso e complesso, per gestire tutte le trasformazioni fisiche, emotive, i sentimenti, le domande, le riflessioni, per sopravvivere a quell’amalgama feroce di impulsi ed emozioni che, ovviamente, lo incalzava.

L’elaborazione del dolore di Giammarco Mereu è stata positiva e vincente, così dice la sua storia, e a noi restituisce uno spettacolo politico dalle premesse molto interessanti e accattivanti. Perché solo leggendo i materiali affiora non retorica, non ipocrisia, nessuno spirito melensamente consolatorio, e la capacità di affrontare queste tematiche in positivo e con poesia.

Nella vita la fragilità e la forza, la paura e il coraggio, l’angoscia della morte e la vitalità sono sempre mischiati. Anzi, spesso da una fragilità nasce una forza inaspettata. Anzi, ancora di più, non c’è mai una forza autentica senza una vera debolezza che la generi.” Mario Monicelli


testi Giammarco Mereu
regia Silvia Cattoi e Juri Piroddi
con
Giammarco Mereu
Giancarlo Brioni
Silvia Cattoi
Juri Piroddi
drammaturgia collettiva
musiche di scena eseguite dal vivo dal Maestro Giancarlo Brioni
costumi Francesca Pischedda
video Fabio Fiandrini (http://vimeo.com/16465337)
foto Lara Depau, Antonia Dettori, Pietro Basoccu

News by Luther Blisset

Promozione eccezionale per i lettori di MilanoArteExpo: € 8 anziché € 16 per usufruire di questa promozione dovete prenotare via email a web@teatrodellacooperativa.it o info@teatrodellacooperativa.it indicando il nome del nostro magazine e il link esatto dell’articolo letto su Milano Arte Expo.

Teatro della Cooperativa

Via Hermada, 8 – 20162, Milano

Telefono: 02 64749997 Fax: 02 6420761

www.teatrodellacooperativa.it

Informazioni per la stampa e il web

Giuseppina Deligios
02.64749997

Compagnia Rossolevante

http://www.rossolevante.it

ROSSOLEVANTE è un ensemble creativo di artisti dello spettacolo nato in Ogliastra (Sardegna) nel dicembre del 2002 in occasione della messinscena del Caligola di Albert Camus e costituitosi in Associazione senza scopo di lucro nel gennaio del 2007. Ne sono co-fondatori Silvia Cattoi (La Spezia) e Juri Piroddi (Lanusei), attivi in campo teatrale dai primi anni Novanta.

L’Associazione si occupa di produzioni teatrali, animazione socio-culturale e pedagogia; lavora per una capillare diffusione di eventi su tutto il territorio nazionale al fine di divulgare la cultura teatrale, artistica e musicale fra i giovani.

Nel maggio 2011, con l’Associazione Culturale Albatros, Rossolevante ha costituito l’a.t.s. ALBALEVANTE per la gestione del Centro Giovanile“Su Troccu” di Tortolì (OG), una struttura polivalente inaugurata il 14 luglio scorso.

In questi anni Rossolevante ha portato a termine la creazione di tredici spettacoli teatrali, replicati in Italia e all’estero: Redemption Song (2011), On the road again? (2010), Giorni rubati (2010), Storie da quattro soldi (2010), Viaggi al termine di una stanza (2009), Una donna qualunque (2008), Colui che sapeva contare (2007), Una via crucis (2007), Diònysos – in girum imus nocte et consumimur igni (2006), A chi esita (2006), Avvicinamenti (2005), O’ su-sòl [sottoterra] (2004), Caligola (2003).

Ha svolto inoltre numerosi progetti laboratoriali sopratutto nelle scuole: Fall Out, Vivere la legalità, TRASH (C.M.TV), Sardinian Rhapsody, Sette piani, Quindici anni, vent’anni (a Sardinian Trip), Sa pinna ‘e scrarìa (e atrus contus de Foghesu), Maria di Etili, Il telecomando, Pizza House Restaurant, Ceneri di Gramsci, Histoire du soldat, Storie di Gesù, ABC della fame, ABC della guerra, Comizi d’Amore – variazioni e appunti su un tema di Pier Paolo Pasolini, Fahrenheit 451, Echi di guerra, Nottesta, Fiori del deserto.

Ha realizzato i film-documentari: Viaggi al termine di una stanza [estratto n. 4] 1° Premio ad “Artelesia Festival 2010/Concorso internazionale del Corto Cinematografico e Teatrale” | 1° Premio (sez. Corti) al Concorso “Sguardi Visioni Storie 2011” | Menzione Speciale al “Fano International Film Festival” 2010 | Finalista al Festival “Cervelli in Tempesta” 2010| Finalista al”Finibus Terrae” Festival Internazionale del Cinema del Salento), Identità di frontiera (2006), Nero (2005), the Outsider (2004), Buoni o cattivi (2004).

Ha organizzato, in collaborazione con gli enti locali, sei edizioni (dal 2006 al 2011) della rassegna teatrale “Sguardi sul presente”. Tra il 2009 e il 2010 ha organizzato a Tortolì la 1ª ediz. della rassegna di spettacoli dal titolo“Natale a teatro”. Dal 2008 partecipa alla rassegna “La Sardegna dei Teatri”, circuito dei teatri della contemporaneità, con spettacoli al Teatro Tonio Dei di Lanusei e al Teatro San Francesco di Tortolì (OG).

Silvia Cattoi (attrice, Premio UBU 2003 – miglior spettacolo di teatro-danza con la Compagnia ALDES di Roberto Castello per Il migliore dei mondi possibili) si è formata con Marco Martinelli, Danio Manfredini e Marco Baliani.

Juri Piroddi (attore-regista, Premio Speciale UBU 2001 per One breath left di Thomas Richards e Mario Biagini) si è formato presso il “Workcenter of Jerzy Grotowski” e con Pippo Delbono. Nel 2011 il Progetto Giorni rubati ha ottenuto la Medaglia di Rappresentanza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Rossolevante, arricchitosi negli anni dall’incontro con persone che hanno deciso di condividere le forme artistiche di volta in volta esplorate, collabora dal 2002 con la Compagnia francese ARCAT (Atelier de Recherche et de Création dans les Arts du Théâtre) diretta dall’attrice e regista Murielle Béchame; con la Compagnia AlberTStanley di Ennio Ruffolo e Fabio Fiandrini (Bologna) e ha iniziato di recente una collaborazione col teatro dall’armadio di Fabio Marceddu e Antonello Murgia di Cagliari (www.teatrodallarmadio.it).

Associazione Rossolevante
Via Bellavista 4, RRR 35 – 08048 Tortolì (OG)
(+39) 333 7963711 – 333 3346667
info@rossolevante.itkimbinokid@hotmail.com

Annunci

Informazioni su milanoartexpo

Blogzine fondata dal centro culturale Spazio Tadini di Milano. Per info: francescotadini61@gmail.com

Discussione

I commenti sono chiusi.

Piccolo Teatro Milano
Expo Milano - arancio  Piccolo Teatro Studio Melato, dal 9 al 13 ottobre 2013: Ubu Roi di Alfred Jarry Adattamento e regia Roberto Latini, musiche e suoni Gianluca Misiti, scena Luca Baldini, costumi Marion D’Amburgo, luci Max Mugnai. Con Roberto Latini e con Savino Paparella, Ciro Masella, Sebastian Barbalan, Marco Jackson Vergani,  Lorenzo Berti, Simone Perinelli, Fabio Bellitti. Salvo diversa indicazione, gli orari degli spettacoli al Piccolo sono: martedì e sabato, 19.30; mercoledì, giovedì e venerdì 20.30; domenica 16 > biglietti e prenotazioni
Biennale Teatro 2013
BIENNALE TEATRO 2013: Festival Internazionale del Teatro della Biennale di Venezia – Fino al 11 agosto 2013 tutti a Venezia per gli spettacoli con alcuni dei più interessanti e coinvolgenti nomi della scena teatrale internazionale. Inaugura la Biennale Teatro 2013, venerdì 2 agosto, Ute Lemper ... > LEGGI
Teatro Milano
Ritter, Dene, Voss è in scena al Teatro della Cooperativa fino al 3 marzo 2013 - recensione di Federicapaola Capecchi - La drammaturgia di Thomas Bernhard dipana una tragicommedia ricca, suggestiva e infinita di sottotesti, colma di molteplici risonanze per chi lo recita, per chi ne fa la regia, per chi lo ascolta, induttiva e aperta nel lasciar scegliere quando e come soffermarsi sul lato tragico, tragicomico, surreale, grottesco, disperato... >LEGGI
TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura
TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura dal 10 al 22 gennaio 2013
Sonetti di William Shakespeare
egia Elena Russo Arman musiche di John Dowland con Elena Russo Arman (voce)
Alessandra Novaga (chitarra)
produzione Teatridithalia
Teatro Elfo Puccini >>>
TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura dal 17 gennaio al 12 febbraio 2013 CASSANDRA
con Ida Marinelli
Fondale "stasi del tempo" disegnato da Ferdinando Bruni
produzione Teatridithalia Teatro Elfo Puccini >>>
TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura dal 24 gennaio al 5 febbraio 2013
IL MARE
- due tempi di Paolo Poli da Anna Maria Ortese - regia di Paolo Poli. Scene Emanuele Luzzati.Costumi Santuzza Calì
Coreografie Claudia Lawrence
consulenza
musicale Jacqueline Perrotin
Con Paolo Poli e con Mauro Barbiero, Fabrizio Casagrande, Alberto Gamberini, Giovanni Siniscalco
produzioni Teatrali Paolo Poli
Teatro Elfo Puccini >>>

TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura dal 31 gennaio al 5 febbraio 2013
ANTROPOLAROID
di e con Tindaro Granata produzione Proxima Res Spettacolo vincitore del Premio della Giuria Popolare Borsa Teatrale Anna Pancirolli e del Premio della Critica assegnato dall'Associazione Nazionale Critici di Teatro
Teatro Elfo Puccini >>>

Danza Contemporanea Milano Coreografia d'Arte
DANZA CONTEMPORANEA  MILANO - Festival Coreografia D’Arte.
Dal 2009 vi hanno partecipato coreografi italiani ed esteri per realizzare spettacoli dal vivo su ispirazione di opere di artisti come Lucio Fontana, Emilio Tadini ma anche tanti giovani. Per l’edizione 2012, la III°, sono presenti coreografi italiani, venezuelani, austriaci insieme a 10 artisti di cui uno spagnolo e una cilena...   LEGGI >
TEATRO I di MILANO, Stagione Teatrale 2012/2013
dal 16 al 21 gennaio 2013
LA MERDA
con il premio The Stage 2012 for Acting Excellence Silvia Gallerano
una produzione
producer
acting director Cristian Ceresoli and Marta Ceresoli dedicata ai 150 Anni dell’Unità d’Italia con il supporto di
The Basement (Brighton, Uk) Marta Ceresoli Silvia Gallerano
Teatro I >>>
dal 30 gennaio al 4 febbraio 2013 LA RIVINCITA
di Michele Santeramo
regia Leo Muscato
con (in ordine alfabetico) Michele Cipriani, Vittorio Continelli, Simonetta Damato, Paola Fresa, Riccardo Lanzarone, Michele Sinisi
scene e costumi Federica Parolini
luci Alessandro Verazzi
direttore tecnico Nicola Cambione
assistente alla regia Antonella Papeo
produzione Luca Marengo

Teatro I >>>
dal 20 al 25 febbraio 2013 MAROS / GELO  
da Tre sorelle di Anton Cechov
adattamento e regia di Renata Palminiello
con Camilla Bonacchi, Costantino Buttitta, Carolina Cangini, Giuliano Comin, Elena De Carolis, Lorenzo Delaugier, Lia Locatelli, Sena Lippi, Agnese Manzini, Gabriele Reboni,
Giovanna Sammarro,Gabriele Tesauri, Jacopo Trebbi, Michele Zaccaria.
si ringrazia la Scuola di Teatro di Bologna Alessandra Galante Garrone
Teatro I >>>

Seguici su twitter

Articoli Recenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: