//
reading...
Antonio Vivaldi, Ara Malikian, Eduardo Ortega, Fernando Clemente, Filarmonica Romana, Gartxot Ortiz, Johann Pachelbel, Luigi Boccherini, Manuel De Falla, Niccolò Paganini, Pablo de Sarasate, PaGAGnini, PaGAGnini Ara Malikian, Roma arte, Roma concerti, Sara Ciccarelli, Serge Gainsbourg, Shigeru Umebayashi, spettacoli Roma, Teatro, TEATRO OLIMPICO, U2, Una notte all’opera Sam Wood, Wolfgang Amadeus Mozart, Yllana

PaGAGnini: parodia dei riti, tic e stereotipi della musica classica, pensata e realizzata dallo straordinario talento del violinista libanese di origini armene Ara Malikian con altri tre grandi virtuosi dello strumento

Ara Malikian

Occhio alla seconda G del titolo, quella che trasforma questo spettacolo che debutta a Roma per la stagione della Filarmonica Romana in una serata unica, in collaborazione con l’Ambasciata di Spagna, giovedì 1 dicembre alle ore 21 al Teatro Olimpico. In scena un quartetto d’archi: sono i tre violinisti Ara Malikian, Eduardo Ortega, Fernando Clemente e il violoncellista Gartxot Ortiz. Arrivano vestiti in frac, sembra l’inizio di un normale concerto di musica da camera. Cominciano a suonare, da grandi professionisti quali sono. Ma qualcosa s’intoppa… e così prende il via una parodia esilarante dei riti, dei tic, degli stereotipi, delle gerarchie (c’è sempre qualcuno che pretende di essere il Capo) della musica “classica”. Fino a quando uno di loro si innamora di una ragazza del pubblico, chiamata sul palco a interpretare un pezzo di musica contemporanea. E diventa impossibile riportare l’ordine in sala… comunicato stampa

Inserito nel ciclo “Giocare da grandi” della stagione della Filarmonica Romana, PaGAGnini unisce in un unico show la musica classica, il virtuosismo artistico del violinista libanese di origini armene Ara Malikian e lo humour farsesco di Yllana, un collettivo artistico, nato in Spagna e sulla scena internazionale da ormai ben 18 anni.

IMPERDIBILE IL PROMO: http://www.youtube.com/watch?v=5qB1zhNhfm8

È da tempo che stavo lavorando per unire in un unico “show” musica classica, virtuosismo artistico e humor farsesco – spiega Ara Malikian. Mica facile. Pericolosissimo. PaGAGnini é il risultato di un lavoro più ampio, di una mia aspirazione, quella di avvicinare la musica classica a tutti quelli che vogliono ascoltare in modo nuovo. Libero. Combinando suoni e recitazione in maniera ingegnosa, momenti classici e conosciutissimi mischiati a motivi familiari, anche del cinema, che scatenano, in chi li esegue, reazioni e contro-reazioni. Gag, appunto. E in chi ascolta e vede, molta allegria”.

Il risultato è un divertente e sorprendente “dis-concerto” che passa in rassegna alcuni dei momenti più alti nella storia della musica classica combinati in maniera ingegnosa a motivi popolari. È da questa combinazione di stili che si crea un altrettanto medley di emozioni, un concerto in cui la serietà e solennità della musica si sposano meravigliosamente con momenti di sottile umorismo.

Questa eccentrica prospettiva del mondo dei concerti, unita all’elegante e virtuosa interpretazione di quattro eccezionali musicisti, ha la capacità, provata, di affascinare anche gli spettatori più eruditi, nonché di esaltare ed ispirare un pubblico di tutte le età e di qualsiasi provenienza geografica. Il genio personale di Paganini è stato un riferimento di particolare importanza durante la creazione di tutto lo spettacolo, non solo nel titolo. Le complesse composizioni del violinista, il carattere spericolato e le sue interpretazioni sorprendentemente talentuose, riflettono lo spirito di PaGAGnini.

Allo stesso modo, un continuo di momenti memorabili ci conduce ad una nuova visione di quella che viene chiamata “musica classica contemporanea” dei giorni nostri come gli U2 o il francese Serge Gainsbourg, o ancora  il compositore giapponese Shigeru Umebayashi  con il suo Yumeji’s Theme, il tema musicale che accompagna il film In the mood for love di Wong Kar-Wai. E non mancherà la musica di Pablo de Sarasate, Manuel de Falla, Luigi Boccherini, Johann Pachelbel, e ancora Mozart, Vivaldi e ovviamente… Paganini.

Ara Malikian

Ara Malikian è senza ombra di dubbio uno dei più brillanti ed espressivi violinisti della sua generazione. Grazie al suo stile personale, forgiato attraverso le sue origini e la sua ricca esperienza musicale, la sua “voce” è emersa come un’originale ed innovativa presenza nel panorama musicale mondiale. Nato in Libano nel 1968 da famiglia armena, Ara Malikian ha iniziato a studiare violino molto presto assieme al padre. Il suo talento venne riconosciuto e coltivato nonostante le difficoltà a cui andò incontro a causa della guerra, circostanza che lo costrinse a studiare per lunghi periodi in rifugi contro i raid aerei. Diede il suo primo concerto all’età di 12 anni e a 14 anni ottenne una borsa di studio dal Ministero della Cultura tedesco per studiare presso l’Hochschule fϋr Musik und Theater di Hannover. All’età di 15 anni, fu l’allievo più giovane ad essere ammesso in questo prestigioso centro. In seguito proseguì la sua formazione presso il Guildhall School of Music & Drama di Londra e studiò con docenti riconosciuti come Franco Gulli, Ruggiero Ricci, Ivry Gitlis, Herman Krebbers nonché con i componenti dell’Alban Berg Quartet. La sua continua ricerca musicale ed umana lo ha condotto ad approfondire la relazione con le sue radici armene e ad assimilare musiche provenienti da altre culture, come quella mediorientale (araba e ebrea), quella dell’Europa centrale (gitana e klezmer), quella argentina (tango) e quella spagnola (flamenco). Tutto questo anche grazie al linguaggio personale di Ara Malikian in cui la forza ritmica ed emozionale di questi diversi stili musicali va mano nella mano con il virtuosismo e l’espressività della grande tradizione classica europea. Il suo vasto repertorio include gran parte delle maggiori composizioni per violino (concerti per orchestra, sonate e brani per pianoforte e per musica da camera), e ha inoltre debuttato con creazioni di compositori moderni, come Franco Donatoni, Luciano Chailly, Yervand Yernakian, etc. Malikian è inoltre uno dei pochi violinisti che da solista esegue opere complete come i 24 Capricci di Paganini, le 6 Sonate di Eugene Ysaÿe e le Sonate e Partite di Bach. Numerosi i premi e riconoscimenti internazionali durante la sua carriera, come nel 1993 il “Prize for Artistic Devotion and Achievement” dal Ministero della Cultura Tedesco. Malikian si è esibito nelle più importanti Sale da concerto in oltre 40 Paesi, toccando tantissime città in tutto il mondo, tra le quali: New York (Carnegie Hall), Parigi (Salle Pleyel), Vienna (Musikverein), Toronto (Ford Centre), Madrid (Auditorio Nacional e Teatro Real), Venezia, Los Angeles, Taipei, Hong Kong, Kuala Lumpur, Cuba, Barcellona, Bilbao e molte altre ancora. Ha inoltre partecipato ai Festival di: Aspen, Colamar, Prades, Schleswig-Holstein, Braunschweig, San Sebastian, Segovia, Bergen, Freden, Metlach e Praga. Ha collaborato con importanti artisti, tra i quali: Joaquín Cortés e Belén Maya, i compositori di colonne sonore cinematografiche Pascal Gainge e Alberto Iglesias con cui ha inciso la colonna sonora del film di Pedro Almodóvar Parla con Lei, vincitore di un Academy Award.

 

Biglietti: 30, 25, 20 € (più diritto di prevendita). Riduzioni per studenti (con la Log-In Music card), scuole e associazioni. Info: tel. 06-3201752, email promozione@filarmonicaromana.org

Ufficio stampa: Sara Ciccarelli, cell. 339 7097061, email: uff.stampa@filarmonicaromana.org

 

* * * * * * *

TEATRO OLIMPICO

Giovedì 1 dicembre 2011, ore 21

PaGAGnini

Giocare da grandi

Musica da

Pablo de Sarasate, Fantasia op. 25 dall’opera Carmen

Manuel de Falla, Danza spagnola dall’opera La vida breve

Luigi Boccherini, Minuetto dal Quintetto per archi in mi maggiore op. 13 n. 5

Johann Pachelbel, Canone in re maggiore T. 337

Shigeru Umebayashi, Yumeji’s Theme

Wolfgang Amadeus Mozart, Concerto per violino n. 3 in sol maggiore K. 217

U2, With or without you

Serge Gainsbourg, La Javanaise

Niccolò Paganini, Capriccio in la minore n. 24 op. 1

Antonio Vivaldi, Le quattro stagioni

direzione musicale Ara Malikian

regia e direzione Yllana

direzione artistica David Ottone, Juan Francisco Ramos

assistente alla direzione Ramón Sáez

creazione musicale e interpreti Ara Malikian, Fernando Clemente, Eduardo Ortega, Gartxot Ortiz

direttore palcoscenico Ana Garay

disegno luci Diego Domínguez / Juanjo Llorens

fonico Luis López de Segovia / Jorge Moreno “Milky”

liutaio Fernando Muñoz

coreografia Carlos Chamorro

coreografia nacchere Cristina de Vega

direzione effetti speciali Willy Monroe

scene Peroni, Mambo decorados.

costumi Maribel Rodríguez

attrezzista Arte y Ficción

voce fuori campo Mabel Caínzos

testo voce fuori campo Ramón Sáez

direttore produzione Mabel Caínzos

assistente produzione Vanesa Amores

direttore tecnico Ismael García, Diego Domínguez

stampa e comunicazione Rosa Arroyo / Álavaro Villahoz

ringraziamenti Teatro Meridional, Leo Bassi, Touch-me

 

una produzione di Yllana e Ara Malikian

in collaborazione con Ambasciata di Spagna

Nella stessa giornata nel foyer superiore del Teatro Olimpico

alle ore 18.30 la proiezione del film Una notte all’opera (1935)

di Sam Wood, con Margaret Dumont e i Fratelli Marx.

Alle ore 20.30 l’incontro dei musicisti con il pubblico

Annunci

Informazioni su milanoartexpo

Blogzine fondata dal centro culturale Spazio Tadini di Milano. Per info: francescotadini61@gmail.com

Discussione

I commenti sono chiusi.

Piccolo Teatro Milano
Expo Milano - arancio  Piccolo Teatro Studio Melato, dal 9 al 13 ottobre 2013: Ubu Roi di Alfred Jarry Adattamento e regia Roberto Latini, musiche e suoni Gianluca Misiti, scena Luca Baldini, costumi Marion D’Amburgo, luci Max Mugnai. Con Roberto Latini e con Savino Paparella, Ciro Masella, Sebastian Barbalan, Marco Jackson Vergani,  Lorenzo Berti, Simone Perinelli, Fabio Bellitti. Salvo diversa indicazione, gli orari degli spettacoli al Piccolo sono: martedì e sabato, 19.30; mercoledì, giovedì e venerdì 20.30; domenica 16 > biglietti e prenotazioni
Biennale Teatro 2013
BIENNALE TEATRO 2013: Festival Internazionale del Teatro della Biennale di Venezia – Fino al 11 agosto 2013 tutti a Venezia per gli spettacoli con alcuni dei più interessanti e coinvolgenti nomi della scena teatrale internazionale. Inaugura la Biennale Teatro 2013, venerdì 2 agosto, Ute Lemper ... > LEGGI
Teatro Milano
Ritter, Dene, Voss è in scena al Teatro della Cooperativa fino al 3 marzo 2013 - recensione di Federicapaola Capecchi - La drammaturgia di Thomas Bernhard dipana una tragicommedia ricca, suggestiva e infinita di sottotesti, colma di molteplici risonanze per chi lo recita, per chi ne fa la regia, per chi lo ascolta, induttiva e aperta nel lasciar scegliere quando e come soffermarsi sul lato tragico, tragicomico, surreale, grottesco, disperato... >LEGGI
TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura
TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura dal 10 al 22 gennaio 2013
Sonetti di William Shakespeare
egia Elena Russo Arman musiche di John Dowland con Elena Russo Arman (voce)
Alessandra Novaga (chitarra)
produzione Teatridithalia
Teatro Elfo Puccini >>>
TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura dal 17 gennaio al 12 febbraio 2013 CASSANDRA
con Ida Marinelli
Fondale "stasi del tempo" disegnato da Ferdinando Bruni
produzione Teatridithalia Teatro Elfo Puccini >>>
TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura dal 24 gennaio al 5 febbraio 2013
IL MARE
- due tempi di Paolo Poli da Anna Maria Ortese - regia di Paolo Poli. Scene Emanuele Luzzati.Costumi Santuzza Calì
Coreografie Claudia Lawrence
consulenza
musicale Jacqueline Perrotin
Con Paolo Poli e con Mauro Barbiero, Fabrizio Casagrande, Alberto Gamberini, Giovanni Siniscalco
produzioni Teatrali Paolo Poli
Teatro Elfo Puccini >>>

TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura dal 31 gennaio al 5 febbraio 2013
ANTROPOLAROID
di e con Tindaro Granata produzione Proxima Res Spettacolo vincitore del Premio della Giuria Popolare Borsa Teatrale Anna Pancirolli e del Premio della Critica assegnato dall'Associazione Nazionale Critici di Teatro
Teatro Elfo Puccini >>>

Danza Contemporanea Milano Coreografia d'Arte
DANZA CONTEMPORANEA  MILANO - Festival Coreografia D’Arte.
Dal 2009 vi hanno partecipato coreografi italiani ed esteri per realizzare spettacoli dal vivo su ispirazione di opere di artisti come Lucio Fontana, Emilio Tadini ma anche tanti giovani. Per l’edizione 2012, la III°, sono presenti coreografi italiani, venezuelani, austriaci insieme a 10 artisti di cui uno spagnolo e una cilena...   LEGGI >
TEATRO I di MILANO, Stagione Teatrale 2012/2013
dal 16 al 21 gennaio 2013
LA MERDA
con il premio The Stage 2012 for Acting Excellence Silvia Gallerano
una produzione
producer
acting director Cristian Ceresoli and Marta Ceresoli dedicata ai 150 Anni dell’Unità d’Italia con il supporto di
The Basement (Brighton, Uk) Marta Ceresoli Silvia Gallerano
Teatro I >>>
dal 30 gennaio al 4 febbraio 2013 LA RIVINCITA
di Michele Santeramo
regia Leo Muscato
con (in ordine alfabetico) Michele Cipriani, Vittorio Continelli, Simonetta Damato, Paola Fresa, Riccardo Lanzarone, Michele Sinisi
scene e costumi Federica Parolini
luci Alessandro Verazzi
direttore tecnico Nicola Cambione
assistente alla regia Antonella Papeo
produzione Luca Marengo

Teatro I >>>
dal 20 al 25 febbraio 2013 MAROS / GELO  
da Tre sorelle di Anton Cechov
adattamento e regia di Renata Palminiello
con Camilla Bonacchi, Costantino Buttitta, Carolina Cangini, Giuliano Comin, Elena De Carolis, Lorenzo Delaugier, Lia Locatelli, Sena Lippi, Agnese Manzini, Gabriele Reboni,
Giovanna Sammarro,Gabriele Tesauri, Jacopo Trebbi, Michele Zaccaria.
si ringrazia la Scuola di Teatro di Bologna Alessandra Galante Garrone
Teatro I >>>

Seguici su twitter

Articoli Recenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: