//
reading...
Elfo Puccini, Fondazione Teatro Due, Francesca Motta, Giampiero Judica, Laura Forti, Milano arte, Milano eventi, Milano expo, NEMA PROBLEMA, NEMA PROBLEMA (Storia di un ritorno), NEMA PROBLEMA Laura Forti, NEMA PROBLEMA Teatro Elfo Puccini di Milano, Pietro Bontempo, sala Bausch, spettacoli, Spettacoli a Milano, Teatri Milano, Teatro, teatro dell'elfo, Teatro Elfo Puccini

NEMA PROBLEMA (Storia di un ritorno) di Laura Forti: Teatro Elfo Puccini di Milano

NEMA PROBLEMA (Storia di un ritorno) di Laura Forti, con Giampiero Judica, regia Pietro Bontempo e produzione Fondazione Teatro Due. In scena dal 13 al 18 marzo, alla sala Bausch/Nuove storie del Teatro Elfo Puccini di Milano  (click: MAPPA). Orari: feriali ore 19.30, festivi ore 18.00. – Laura Forti: Questa storia ha molto a che fare con quel mondo che sta fuori, dall’altra parte dello schermo. È una storia vera, me l’ha raccontata un mio amico che l’ha vissuta e parla di una guerra, quella che c’è stata a partire dal ’92 nella ex Jugoslavia, e di come lui, a ventitre anni, per puro caso, si sia ritrovato a combatterci. All’inizio, è un ragazzino, con la macchina fotografica, un “bauscia” come lui stesso si definisce in dialetto milanese, che pensa che la guerra sia un reportage alla Robert Capa, tante immagini forti in bianco e nero. Poi, giorno dopo giorno, inizia una sua personale discesa all’inferno e nel dolore vero: i massacri dei villaggi, i tradimenti, l’odio della gente, i crocifissi sradicati, le moschee profanate, il tenere in braccio un compagno che muore. >>

Tutte cose che non capitano a chi sta alla finestra. Quello che mi ha colpito nella sua storia, a parte l’orrore degli episodi che mi raccontava – un orrore a cui, come ho detto, siamo ormai terribilmente abituati e anche “anestetizzati” – è stato però il “dopo”, quello che è successo quando è tornato a Milano: il suo chiudersi in casa a guardare il muro, il suo vedere immaginari cecchini sui tetti delle case, il rifiuto di prendere i farmaci per il bisogno rabbioso di ricordare, il volere che gli altri gli facessero una domanda, che rompessero il muro di indifferenza e il bisogno di scappare al parco per rinchiudersi in una campana di silenzio.

Mi chiedevo, come si fa a riprendere vita e giovinezza, dopo che hai visto la morte e la crudeltà, dopo che hai assistito a quello che può fare di orribile un essere umano ad un altro essere? Ci sono riusciti i sopravvissuti ai lager? Voi ci riuscireste, io ci riuscirei? Che dobbiamo fare allora, quando quello che percepivamo come “lontano” diventa improvvisamente  “vicino”? Questo testo non è certo una risposta, è semplicemente la storia di uno come noi, che viveva a Milano e si è ritrovato in Croazia nel ’92, che è sopravvissuto al male e che ha cercato di non impazzire suonando il sassofono. Questa è solo una storia, non è un giudizio. È una storia da ascoltare e da sentire. È tenere aperta la finestra.                                                                                                             Laura Forti

Ed eccolo il “bauscia” Simeone, voce e corpo di un’autentica sorpresa attoriale, Giampiero Judica, un concentrato di bravura, pathos, sudore, fatica, vittima innocente si agita senza tregua su un palcoscenico vuoto e buio che sospinge verso un clima onirico e ci scaraventa senza preavviso nel girone raccapricciante dell’inferno dei viviMa bisogna andare avanti, lottare e battersi, nema problema. Simeone partito con l’entusiasmo bambino e tornato con l’animo stremato e vecchio, rivoltato come un calzino. Simeone che non vuole dimenticare, che rimpiange ciò che ha vissuto pur non volendo. Così imbraccia il sax come un fucile e suona, suona, suona come un matto, per pregare, per espiare, per la vergogna, per non sentire le voci di chi non c’era, per quelli che erano rimasti nel limbo nero. Chi è senza ricordi si ammazza. Non ci sono naufraghi o soccorritori in questo lancinante testo, né retorica, c’è la verità della follia e stupidità umana che genera le guerre, c’è una bellissima storia che attendeva di essere raccontata, c’è la passione per un teatro autentico e scomodo. Consigliato a chi non tollera la parola indifferenza e ama le scelte coraggiose. Da non perdere.   Francesca Motta, Ilsole24ore.com

Teatro Elfo Puccini di Milano
13 – 18 marzo, sala Bausch/Nuove storie
(feriali ore 19.30, festivi ore 18.00)

NEMA PROBLEMA
(Storia di un ritorno)
di Laura Forti
con Giampiero Judica
regia Pietro Bontempo
produzione Fondazione Teatro Due

Elfo Puccini, corso Buenos Aires 33, Milano – Feriali ore 19.30, domenica ore 18.00

Posto unico 15 € – Infoline: 02/0066.06.06, biglietteria@elfo.org, www.elfo.org

Informazioni su milanoartexpo

Blogzine fondata dal centro culturale Spazio Tadini di Milano. Per info: francescotadini61@gmail.com

Discussione

I commenti sono chiusi.

Piccolo Teatro Milano
Expo Milano - arancio  Piccolo Teatro Studio Melato, dal 9 al 13 ottobre 2013: Ubu Roi di Alfred Jarry Adattamento e regia Roberto Latini, musiche e suoni Gianluca Misiti, scena Luca Baldini, costumi Marion D’Amburgo, luci Max Mugnai. Con Roberto Latini e con Savino Paparella, Ciro Masella, Sebastian Barbalan, Marco Jackson Vergani,  Lorenzo Berti, Simone Perinelli, Fabio Bellitti. Salvo diversa indicazione, gli orari degli spettacoli al Piccolo sono: martedì e sabato, 19.30; mercoledì, giovedì e venerdì 20.30; domenica 16 > biglietti e prenotazioni
Biennale Teatro 2013
BIENNALE TEATRO 2013: Festival Internazionale del Teatro della Biennale di Venezia – Fino al 11 agosto 2013 tutti a Venezia per gli spettacoli con alcuni dei più interessanti e coinvolgenti nomi della scena teatrale internazionale. Inaugura la Biennale Teatro 2013, venerdì 2 agosto, Ute Lemper ... > LEGGI
Teatro Milano
Ritter, Dene, Voss è in scena al Teatro della Cooperativa fino al 3 marzo 2013 - recensione di Federicapaola Capecchi - La drammaturgia di Thomas Bernhard dipana una tragicommedia ricca, suggestiva e infinita di sottotesti, colma di molteplici risonanze per chi lo recita, per chi ne fa la regia, per chi lo ascolta, induttiva e aperta nel lasciar scegliere quando e come soffermarsi sul lato tragico, tragicomico, surreale, grottesco, disperato... >LEGGI
TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura
TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura dal 10 al 22 gennaio 2013
Sonetti di William Shakespeare
egia Elena Russo Arman musiche di John Dowland con Elena Russo Arman (voce)
Alessandra Novaga (chitarra)
produzione Teatridithalia
Teatro Elfo Puccini >>>
TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura dal 17 gennaio al 12 febbraio 2013 CASSANDRA
con Ida Marinelli
Fondale "stasi del tempo" disegnato da Ferdinando Bruni
produzione Teatridithalia Teatro Elfo Puccini >>>
TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura dal 24 gennaio al 5 febbraio 2013
IL MARE
- due tempi di Paolo Poli da Anna Maria Ortese - regia di Paolo Poli. Scene Emanuele Luzzati.Costumi Santuzza Calì
Coreografie Claudia Lawrence
consulenza
musicale Jacqueline Perrotin
Con Paolo Poli e con Mauro Barbiero, Fabrizio Casagrande, Alberto Gamberini, Giovanni Siniscalco
produzioni Teatrali Paolo Poli
Teatro Elfo Puccini >>>

TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura dal 31 gennaio al 5 febbraio 2013
ANTROPOLAROID
di e con Tindaro Granata produzione Proxima Res Spettacolo vincitore del Premio della Giuria Popolare Borsa Teatrale Anna Pancirolli e del Premio della Critica assegnato dall'Associazione Nazionale Critici di Teatro
Teatro Elfo Puccini >>>

Danza Contemporanea Milano Coreografia d'Arte
DANZA CONTEMPORANEA  MILANO - Festival Coreografia D’Arte.
Dal 2009 vi hanno partecipato coreografi italiani ed esteri per realizzare spettacoli dal vivo su ispirazione di opere di artisti come Lucio Fontana, Emilio Tadini ma anche tanti giovani. Per l’edizione 2012, la III°, sono presenti coreografi italiani, venezuelani, austriaci insieme a 10 artisti di cui uno spagnolo e una cilena...   LEGGI >
TEATRO I di MILANO, Stagione Teatrale 2012/2013
dal 16 al 21 gennaio 2013
LA MERDA
con il premio The Stage 2012 for Acting Excellence Silvia Gallerano
una produzione
producer
acting director Cristian Ceresoli and Marta Ceresoli dedicata ai 150 Anni dell’Unità d’Italia con il supporto di
The Basement (Brighton, Uk) Marta Ceresoli Silvia Gallerano
Teatro I >>>
dal 30 gennaio al 4 febbraio 2013 LA RIVINCITA
di Michele Santeramo
regia Leo Muscato
con (in ordine alfabetico) Michele Cipriani, Vittorio Continelli, Simonetta Damato, Paola Fresa, Riccardo Lanzarone, Michele Sinisi
scene e costumi Federica Parolini
luci Alessandro Verazzi
direttore tecnico Nicola Cambione
assistente alla regia Antonella Papeo
produzione Luca Marengo

Teatro I >>>
dal 20 al 25 febbraio 2013 MAROS / GELO  
da Tre sorelle di Anton Cechov
adattamento e regia di Renata Palminiello
con Camilla Bonacchi, Costantino Buttitta, Carolina Cangini, Giuliano Comin, Elena De Carolis, Lorenzo Delaugier, Lia Locatelli, Sena Lippi, Agnese Manzini, Gabriele Reboni,
Giovanna Sammarro,Gabriele Tesauri, Jacopo Trebbi, Michele Zaccaria.
si ringrazia la Scuola di Teatro di Bologna Alessandra Galante Garrone
Teatro I >>>

Seguici su twitter

Articoli recenti

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: