//
reading...
Arte, Casa dei Teatri, Catherine Marchand, Franco Ruffini, Gabriella Gnetti, Immagini del Living Theatre Il segno di Julian Beck a Roma, Julian Beck, Living Theatre, mostre a roma, Motus, Roma arte, Roma eventi, spettacoli, Teatro, teatro Roma, The Yellow Methuselah Julian Beck, Zètema Progetto Cultura

Immagini del Living Theatre – IL SEGNO DI JULIAN BECK A ROMA – alla Casa dei Teatri

IMMAGINI DEL LIVING THEATRE – IL SEGNO DI JULIAN BECK A ROMA, Disegni, fotografie, video, suoni, incontri – CASA DEI TEATRI, Roma. 11 maggio – 24 giugno 2012 a ingresso libero, inaugurazione: venerdì 11 maggio 2012 alle ore 12.00. Dei quasi quarant’anni di attività del Living Theatre, JULIAN BECK, figura fondamentale del teatro del XX secolo, ne ha trascorsi ben sette in Italia. Le Immagini del Living Theatre che danno vita a questa mostra (dall’11 maggio al 24 giugno 2012) tracciano, attraverso le sale della Casa dei Teatri, un itinerario percettivo composto di suoni, immagini e video in cui per la prima volta sono esposti anche i bozzetti dei costumi che Julian Beck ha disegnato per il suo penultimo spettacolo The Yellow Methuselah. >> 
> comunicato stampa >

Nato dall’intreccio tra un dramma di Bernard Shaw (Torniamo a Matusalemme) e la composizione per la scena di Vasilij Kandinskij Suono giallo, lo spettacolo The Yellow Methuselah vede impegnato Julian Beck oltre che come attore anche come ideatore delle scene e autore dei costumi e della composizione delle luci.

Questi disegni sono una preziosa testimonianza di una più ampia impresa pittorica – un fondale lungo ottanta metri – che Julian Beck ha dipinto a Roma attraverso una personale interpretazione di Kandinskij. Il pittore russo era stato tra gli ispiratori dell’avventura del Living e in particolare di Beck, che aveva iniziato la sua vita di artista proprio come pittore, attività che non abbandonò mai completamente (sono più di 1500 le opere prodotte tra quadri a olio, disegni a pastello e lavori a inchiostro e collage).

Julian Beck mentre dipinge il fondale per 'The Yellow Methuselah', Roma, 1982. [ARCHIVIO THE LIVING THEATRE]

Julian Beck mentre dipinge il fondale per ‘The Yellow Methuselah’, Roma, 1982. [ARCHIVIO THE LIVING THEATRE]

Dal 1977 al 1983 la compagnia ha attraversato in Italia più di 175 tra città e paesi, presentando al pubblico italiano opere che hanno cambiato la fisionomia e il senso del teatro. L’impegno civile e politico con cui Beck coniugava la forma teatrale si incontrarono in quegli anni con la radicalizzazione della dialettica politica in Italia. Scuotere il pubblico per arrivare a un’interazione, sperimentare per risvegliare le coscienze dal torpore, ecco gli obiettivi della sensibilità artistica di Beck, che raccontava così l’esperienza italiana: “Come abbiamo cercato di contaminare le strade e tutti i gruppi, i partiti politici grandi e piccoli, l’intero movimento anarchico, contro la tendenza ad accettare il terrorismo, americanismo, militarismo, tradizione. Come abbiamo sognato di essere utili al movimento della classe lavoratrice in cerca di alternative. Come abbiamo tentato di sedurre con il nostro eros politico artisti e poeti, il mondo del teatro ed i giornalisti, per indurli a far l’amore con armonia e libertà in tutte le loro iridescenti mutazioni.”

Il percorso della mostra parte dalla sala dedicata ai bozzetti dei costumi di The Yellow Methuselah che saranno presenti insieme alla locandina e ad articoli dell’epoca. Nella seconda sala quattro monitor proiettano le riprese di alcuni spettacoli e prove del Living Theatre insieme ad altri momenti della vita di Julian Beck: una sorta di documentario alla scoperta del Living. La terza sala offre suggestioni sonore e visive dal mondo di Beck; nell’ultima sala viene infine evocato , attraverso un montaggio di foto e di testi di Julian Beck , l’intreccio tra poesia del teatro e testimonianza politica.

Il pubblico viene condotto nel laboratorio creativo del Living Theatre: parole, suoni e racconti per immagini a cui sono affidate l’evocazione dello spirito che animò il loro teatro e le continue battaglie scaturite dall’impegno politico e ed estetico.

Due incontri intendono approfondire l’attualità del lavoro scenico del Living Theatre:

  • Sabato 12 maggio alle ore 15

La scena feroce. Nel segno del Living

Incontro con una delle compagnie più emblematiche della scena contemporanea Motus e un’attrice storica del Living Theatre Catherine Marchand

  • Domenica 13 maggio alle ore 11.30

Living Theatre: Paradise Now!

Incontro con Franco Ruffini, professore di Storia del teatro.

 

La mostra Immagini del Living Theatre. Il segno di Julian Beck a Roma è curata per il Dipartimento di Comunicazione e Spettacolo dell’Università Roma Tre dai professori Stefano Geraci e Raimondo Guarino con la collaborazione artistica di Fabrizio Crisafulli, dalla Biblioteca delle Arti – Sezione Spettacolo dell’Università Roma Tre e dall’apporto ideativo, progettuale e di allestimento degli studenti e ex studenti del D.A.M.S di Roma Tre: Matteo Antonaci (testi e ricerche musicali), Luca Fagnano (testi e materiali bibliografici), Francesco Laterza (testi), Adriano Mainolfi (testi e ricerche musicali), Francesca Martellini (ricerche e testi per The Yellow Methuselah), Andrea Mereu (video e immagini), Serena Noto (testi) e Valentina Tonini del Furia (responsabile immagine e comunicazione dell’evento).

Durante il periodo della mostra saranno disponibili alcuni documenti video a richiesta a cura della Biblioteca della Casa dei Teatri. La visione è possibile dal martedì alla domenica dalle ore 11 alle ore 16.

La mostra, alla Casa dei Teatri di Roma dall’11 maggio al 24 giugno 2012, è promossa dall’Assessorato alle Politiche Culturali e Centro storico di Roma Capitale, da Biblioteche di Roma, da Teatro di Roma e da Università Roma Tre – Dipartimento Comunicazione e Spettacolo, in collaborazione con Teatro Vascello, Fondazione Pontedera Teatro, Zètema Progetto Cultura.

JULIAN BECK

Julian Beck nasce a New York  il 31 maggio 1925 da una famiglia ebraica. Appena diciottenne lascia la Yale University per dedicarsi all’arte. Negli anni ’40 diventa amico di Jackson Pollock entrando successivamente in contatto con la Art of This Century di Peggy Guggenheim, dove nell’ottobre del 1945 partecipa ad una collettiva. Nel 1947 lascia la galleria newyorkese e, fatta eccezione per i bozzetti e le scenografie che realizzerà per gli spettacoli, da quel momento si chiude la sua esperienza con le arti visive. Aderisce all’anarchismo e fonda nel 1947 il Living Theatre, segno tangibile di un punto di non ritorno nella sperimentazione scenica del Novecento. La sua ricerca si indirizza verso un teatro volto non a erudire o distrarre ma aggredire e provocare lo spettatore, eliminando ogni soluzione di continuità fra palcoscenico e platea. Nascono spettacoli straordinari i quali alimentano in modo definitivo il dibattito sull’estetica teatrale contemporanea, molti dei quali rappresentati in Europa, dove il gruppo si trasferisce nel 1964 a causa di un clamoroso processo per evasione fiscale nei confronti di Julian e Judith Malina, sua moglie: The connection,  The brig, una Antigone di Brecht da Sofocle, Frankenstein, Paradise now, The Yellow Methuselah e L’archeologia del sonno. Parallelamente alla sua carriera teatrale, Beck si occupa di poesia con una dichiarata ispirazione anarchica e di teoria teatrale con i saggi La vita. L’artista e la lotta del popolo e Theandric. Dopo la diagnosi di cancro allo stomaco, Beck si spegne presso il Mount Sinai Hospital di New York all’età di sessanta anni. Alla direzione del gruppo rimangono Judith Malina e Hanon Reznikov.

 

CASA DEI TEATRI (Villa Doria Pamphilij-Villino Corsini)

Largo 3 giugno 1849 angolo via di San Pancrazio – ingresso Arco dei Quattro Venti

ore 10.00 – 19.00 dal martedì alla domenica

chiuso il 2 giugno

INFOLINE 060608 – 0645460693

http://www.casadeiteatri.culturaroma.it; http://www.comune.roma.it/cultura

Ingresso Libero

Sponsor di Casa dei Teatri

Banche Tesoriere di Roma Capitale: BNL – gruppo BNP Paribas, UniCredit, Monte dei Paschi di Siena


Ufficio Stampa Zètema Progetto Cultura Gabriella Gnetti +39 06 82077305 +39 348 2696259  g.gnetti@zetema.it   www.zetema.it

Annunci

Informazioni su milanoartexpo

Blogzine fondata dal centro culturale Spazio Tadini di Milano. Per info: francescotadini61@gmail.com

Discussione

I commenti sono chiusi.

Piccolo Teatro Milano
Expo Milano - arancio  Piccolo Teatro Studio Melato, dal 9 al 13 ottobre 2013: Ubu Roi di Alfred Jarry Adattamento e regia Roberto Latini, musiche e suoni Gianluca Misiti, scena Luca Baldini, costumi Marion D’Amburgo, luci Max Mugnai. Con Roberto Latini e con Savino Paparella, Ciro Masella, Sebastian Barbalan, Marco Jackson Vergani,  Lorenzo Berti, Simone Perinelli, Fabio Bellitti. Salvo diversa indicazione, gli orari degli spettacoli al Piccolo sono: martedì e sabato, 19.30; mercoledì, giovedì e venerdì 20.30; domenica 16 > biglietti e prenotazioni
Biennale Teatro 2013
BIENNALE TEATRO 2013: Festival Internazionale del Teatro della Biennale di Venezia – Fino al 11 agosto 2013 tutti a Venezia per gli spettacoli con alcuni dei più interessanti e coinvolgenti nomi della scena teatrale internazionale. Inaugura la Biennale Teatro 2013, venerdì 2 agosto, Ute Lemper ... > LEGGI
Teatro Milano
Ritter, Dene, Voss è in scena al Teatro della Cooperativa fino al 3 marzo 2013 - recensione di Federicapaola Capecchi - La drammaturgia di Thomas Bernhard dipana una tragicommedia ricca, suggestiva e infinita di sottotesti, colma di molteplici risonanze per chi lo recita, per chi ne fa la regia, per chi lo ascolta, induttiva e aperta nel lasciar scegliere quando e come soffermarsi sul lato tragico, tragicomico, surreale, grottesco, disperato... >LEGGI
TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura
TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura dal 10 al 22 gennaio 2013
Sonetti di William Shakespeare
egia Elena Russo Arman musiche di John Dowland con Elena Russo Arman (voce)
Alessandra Novaga (chitarra)
produzione Teatridithalia
Teatro Elfo Puccini >>>
TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura dal 17 gennaio al 12 febbraio 2013 CASSANDRA
con Ida Marinelli
Fondale "stasi del tempo" disegnato da Ferdinando Bruni
produzione Teatridithalia Teatro Elfo Puccini >>>
TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura dal 24 gennaio al 5 febbraio 2013
IL MARE
- due tempi di Paolo Poli da Anna Maria Ortese - regia di Paolo Poli. Scene Emanuele Luzzati.Costumi Santuzza Calì
Coreografie Claudia Lawrence
consulenza
musicale Jacqueline Perrotin
Con Paolo Poli e con Mauro Barbiero, Fabrizio Casagrande, Alberto Gamberini, Giovanni Siniscalco
produzioni Teatrali Paolo Poli
Teatro Elfo Puccini >>>

TEATRO ELFO PUCCINI DI MILANO, stagione teatrale 2012 e 2013, spettacolo arte e cultura dal 31 gennaio al 5 febbraio 2013
ANTROPOLAROID
di e con Tindaro Granata produzione Proxima Res Spettacolo vincitore del Premio della Giuria Popolare Borsa Teatrale Anna Pancirolli e del Premio della Critica assegnato dall'Associazione Nazionale Critici di Teatro
Teatro Elfo Puccini >>>

Danza Contemporanea Milano Coreografia d'Arte
DANZA CONTEMPORANEA  MILANO - Festival Coreografia D’Arte.
Dal 2009 vi hanno partecipato coreografi italiani ed esteri per realizzare spettacoli dal vivo su ispirazione di opere di artisti come Lucio Fontana, Emilio Tadini ma anche tanti giovani. Per l’edizione 2012, la III°, sono presenti coreografi italiani, venezuelani, austriaci insieme a 10 artisti di cui uno spagnolo e una cilena...   LEGGI >
TEATRO I di MILANO, Stagione Teatrale 2012/2013
dal 16 al 21 gennaio 2013
LA MERDA
con il premio The Stage 2012 for Acting Excellence Silvia Gallerano
una produzione
producer
acting director Cristian Ceresoli and Marta Ceresoli dedicata ai 150 Anni dell’Unità d’Italia con il supporto di
The Basement (Brighton, Uk) Marta Ceresoli Silvia Gallerano
Teatro I >>>
dal 30 gennaio al 4 febbraio 2013 LA RIVINCITA
di Michele Santeramo
regia Leo Muscato
con (in ordine alfabetico) Michele Cipriani, Vittorio Continelli, Simonetta Damato, Paola Fresa, Riccardo Lanzarone, Michele Sinisi
scene e costumi Federica Parolini
luci Alessandro Verazzi
direttore tecnico Nicola Cambione
assistente alla regia Antonella Papeo
produzione Luca Marengo

Teatro I >>>
dal 20 al 25 febbraio 2013 MAROS / GELO  
da Tre sorelle di Anton Cechov
adattamento e regia di Renata Palminiello
con Camilla Bonacchi, Costantino Buttitta, Carolina Cangini, Giuliano Comin, Elena De Carolis, Lorenzo Delaugier, Lia Locatelli, Sena Lippi, Agnese Manzini, Gabriele Reboni,
Giovanna Sammarro,Gabriele Tesauri, Jacopo Trebbi, Michele Zaccaria.
si ringrazia la Scuola di Teatro di Bologna Alessandra Galante Garrone
Teatro I >>>

Seguici su twitter

Articoli Recenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: